LA SESTA PROVINCIA PUGLIESE - SUPPLEMENTO DI INFORMAZIONE ON-LINE DELLA RIVISTA ASSODOLAB - ISSN 2280-3874

Ecco i test per gli Addetti antincendio.

www.addettiantincendio.net

SCUOLA..:: La formazione del personale della Scuola continua in questo nuovo anno scolastico con l'Assodolab... www.assodolab.it
Preparati per gli esami del patentino on-line, gratuitamente. www.quizpatentino.net

 

 

 

La società liquida e i salvagenti per i giovani a rischio dispersione.

013 ..:: 06.02.2017 :: 18:30

 

 

 

 

 

::: SOVERATO :: Integrare e valorizzare sono le parole d’ordine per la scuola inclusiva e il percorso obbligato è quello che passa dalla conoscenza. Del resto a legge di riforma dell’ordinamento scolastico, n. 53/2003, contiene elementi idonei allo sviluppo delle potenzialità di tutti gli allievi attraverso la personalizzazione dei piani di studio per la costruzione di percorsi educativi e didattici appropriati a ciascuno studente. Azioni di contrasto alla dispersione scolastica sono previste anche nell’ art.34 della Costituzione e nel codice penale all’art.731, fino ad arrivare alle raccomandazioni del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006, nonché al regolamento sul nuovo obbligo di istruzione (DM 139 del 22 agosto 2007), in linea pure con gli obiettivi europei di “Istruzione e Formazione 2010”.
L’attuazione dell’uguaglianza (art 2 e 3 della Costituzione), nel rispetto delle differenze di tutti e dell’identità di ciascuno e sancita pure per tutti i minori nella Convenzione di New York nel 1989, diventa, perciò, un obiettivo primario del DS e richiede l’impegno di tutti gli operatori della scuola ma anche e soprattutto l’integrazione fra scuola e territorio tramite un’ efficace progettazione formativa integrata. Grazie al ruolo, alle funzioni e alle responsabilità assegnategli dal D.Lgs. n.165/01, dal D.Lgs n.150/09, e dall’autonomia funzionale regolamentata dal D P R 275/99 ai sensi della Legge n. 59/97, egli favorirà una serie di iniziative volte all’accoglienza e alla realizzazione di incisive azioni di contrasto e prevenzione alla dispersione e all’abbandono. In clima di federalismo amministrativo e politico istituzionale, la parola chiave sarà “sussidiarietà” verticale e orizzontale (Riforma costituzionale, Art. 117 e Art. 118) “condicio sine qua non” sarà il concorso plurimo, differenziato e convergente dell’apporto di più contesti: formali, non formali ed informali.
Il curricolo alternativo potrebbe fondarsi, per esempio, su alcune attività quali il teatro, l’integrazione a nuovi linguaggi, l’educazione motoria, l’applicazione del nuovo insegnamento “Cittadinanza e Costituzione” (Legge n. 169 del 30-10-2008) l’educazione alla Legalità, e al rispetto dei valori dell’uomo, l’educazione all’intercultura, l’informatica, lingue straniere ed educazione ambientale. Il risultato atteso è certamente quello di contrastare e arginare i fenomeni di MICRO-CRIMINALITA’ E DI DEVIANZA GIOVANILE e favorire un clima di “BEN-ESSERE”, dentro e fuori la scuola.
L’attività negoziale del dirigente scolastico, prevista dall’Art.33 del D.I. n. 44/01, prevede, infatti, la stipula di protocolli d’intesa inter-istituzionali e non, accordi, convenzioni e contratti di prestazione d’opera (art. 2230 e ss. del codice civile ), / art. 40 della Legge n. 449 del 18 dicembre 1997 concernente l’Istituzione del Fondo per l'arricchimento e l'ampliamento dell'offerta formativa e per gli interventi perequativi, adesione a reti di scuole o consorzi, partecipazione della scuola ad iniziative che comportino il coinvolgimento di agenzie, enti, università, associazioni socio-artistico-culturali, di volontariato, la parrocchia, il tribunale dei minori, l’ASP, il consultorio, enti pubblici e privati, profit e non profit, biblioteche, quindi tutti gli “stakeholders” con cui l’istituzione scolastica si relaziona. Egli promuoverà, quindi, l’ accesso a risorse economiche mediante apposite forme di progettazione (Piani FSE, Progetti di cui all’art. 9 del del CCNL/2007- aree a rischio); avrà cura di motivare il personale docente e non docente coinvolto attraverso la condivisione della mission.
Vi è da evidenziare che, nell’ambito della realizzazione di progetti integrati di istruzione e formazione che comportano collaborazioni con terzi, punto di forza è pure l’alternanza scuola/lavoro: progettata, attuata e valutata dall’istituzione scolastica in collaborazione con imprese, rispettive associazioni di rappresentanza, Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, essa ha lo scopo di motivare l’allievo all’apprendimento “attraverso il saper fare”.
In data 18 febbraio 2016 il MIUR ha sottoscritto con le OO.SS. aventi titolo l’ipotesi Contratto collettivo integrativo nazionale, finalizzato a stabilire i criteri e i parametri di attribuzione delle risorse per le scuole riguardante l’utilizzo delle risorse finanziarie per progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e per contrastare la dispersione scolastica e l’emarginazione sociale, di cui all’art.9 del vigente CCNL 2006/2009, per l’anno scolastico 2015/2016.
Al fine di poter valutare l’impatto e l’esito effettivo degli interventi, da quest’anno è stato attivato questo portale dedicato. Ciò per semplificare la fase di raccolta delle progettazioni da parte delle Commissioni regionali.
In data 4 aprile 2012 il MIUR ha sottoscritto con le OO.SS. aventi titolo l’ipotesi di contratto integrativo nazionale finalizzato a stabilire i criteri e i parametri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio educativo e a forte processo immigratorio e per contrastare la dispersione scolastica e l’emarginazione sociale, così come previsto dal vigente CCNL 2006/2009 .
Nel corso della contrattazione sono stati attentamente esaminati gli esiti del monitoraggio predisposto dalla Direzione Generale, relativo ai progetti approvati e finanziati per l’anno scolastico 2011/2012. Le parti sindacali intervenute hanno rilevato, in proposito, la carenza di dati relativi ad alcuni Uffici Scolastici Regionali e nel contempo la necessità che gli stessi procedano rapidamente ad integrare i dati di loro pertinenza relativi alle azioni e ai progetti realizzati nell’a.s. 2011/2012, per dare completezza al monitoraggio effettuato.
Il monitoraggio dei dati ha fatto riscontrare, da un lato, la rispondenza dei progetti ai criteri sottoscritti a livello nazionale, ma allo stesso tempo, la flessibilità di utilizzo delle risorse, adattate alle situazioni locali e alle problematiche che in ciascun territorio presentano profili di particolare urgenza. E’ stata, evidenziata l’attenzione che alcuni territori hanno riservato agli interventi riguardanti fasce di alunni con particolari problematiche, come i nomadi e gli studenti in istruzione domiciliare. Tale elastica declinazione delle varie fasce di disagio è stata giudicata positivamente. E’ stata, altresì, sottolineata la validità di questo istituto contrattuale che, in un momento di difficoltà quale quello che oggi attraversiamo, consente di realizzare interventi significativi e aggiuntivi a sostegno delle fasce di alunni che presentano forti difficoltà nello sviluppo dell’identità e dell’apprendimento, a causa di carenze personali o familiari o sociali di vario tipo.
Il fenomeno della dispersione scolastica è un problema rilevante nel nostro Paese e con sfaccettature diverse a seconda dei territori e delle caratteristiche che ciascuno presenta. Attualmente, come è noto, il tasso medio di dispersione scolastica nel nostro Paese è del 19,2% con punte molto più elevate in alcuni territori, che presentano forti criticità a livello socio-economico.
L’Unione Europea, consapevole della rilevanza di tale problema rispetto all’obiettivo di sviluppo di un’ “Europa della conoscenza”, nel giugno 2011 ha emesso una specifica “Raccomandazione” sull’abbandono scolastico e sugli effetti devastanti che esso ha sullo sviluppo economico e sociale di ogni Stato, nonché sullo sviluppo della singola persona, richiamando l’attenzione di tutti gli Stati membri sull’urgenza di specifiche iniziative interne, finalizzate a diminuire i tassi di dispersione scolastica, al fine di raggiungere il traguardo fissato nella strategia “Europa 2020”, cioè di un tasso di dispersione al 10% per ciascun Paese dell’UE. A livello europeo emerge l’esigenza di un aggiornamento dei dati relativi ai tassi di dispersione scolastica e di abbandono, rimarcando la necessità di un ampliamento dei parametri di osservazione, a cominciare dall’attenzione da riservare ai dati riguardanti l’irregolarità della frequenza scolastica, a partire dalla scuola primaria.
Infatti, come è declinato nel Piano Nazionale Orientamento, di cui alle CC.MM. n. 43/2009 e n. 29/2012, lo sviluppo futuro della carriera scolastica di ogni persona si determina e si prefigura già a partire dai primi anni di scolarizzazione. Massima attenzione deve essere rivolta dai docenti alla scuola primaria e ai modelli di comportamento degli alunni, in quanto essi sono spesso predittivi rispetto alla futura carriera scolastica e a futuri abbandoni, che si determinano solitamente a partire dai primi anni della scuola secondaria di 2° grado.
Riflettendo su questo statuto contrattuale e su ciò che lo ha determinato, non si può non riconoscere la significatività e pertinenza di tale scelta e della specifica finalizzazione, mirata ad affrontare il grave fenomeno della dispersione e del disagio in tutte le sue forme e manifestazioni. L’art. 9 richiama e unifica le aree a rischio e quelle a forte processo immigratorio: oggi non si può non riconoscere che esse sono due facce di un medesimo problema, che racchiudono all’interno fenomeni quali dispersione, abbandono, disagio, ritardo scolastico, scarse competenze, demotivazione.
 

Carmen Falvo
 


oriana_182@hotmail.com
 




 

 

 

 

Richiedi un preventivo gratuito per il tuo impianto solare fotovoltaico e termico...
SISTEMA SOLARE Srl..:: Sistema Solare Srl si occupa di progettazione, fornitura, installazione, manutenzione di impianti solari fotovoltaici e termici, mini eolico e consulenza nel campo del risparmio energetico.

 

 

Per informazioni e preventivi gratuiti puoi telefonare al numero: 0884.585602 oppure inviare una e-mail a: info@sistemasolaresrl.it e verrete contattati entro 48 ore. 

Vuoi prepararti per il Brevetto di volo?

 

Bene, da oggi lo puoi fare con i test predisposti sul sito www.quizbrevettidivolo.it  

Visita il sito!
Piccoli produttori al femminile...
OLIO DI OLIVA..:: Molte sono le grandi aziende di olio di oliva che resiedono in Puglia, molte sono anche i piccoli produttori... Oggi  presentiamo una piccola realtà aziendale agricola Del Buono Nicolina.

 

 

Preparati per l'esame teorico della Carta di Qualificazione del Conducente.

 

Sul sito www.quizcqc.com puoi prepararti all'esame teorico gratuitamente.

 

Contatore visite

 

 

 

 

www.lasestaprovinciapugliese.it - Supplemento di informazione on-line della rivista Assodolab

Registrata al Tribunale di Foggia al n. 16/2000 - Privacy e Cookies Policy

 Editrice: ASSODOLAB - P. IVA 03039870716 - Direttore responsabile: Arcangelo Renzulli